Home > I Musei > Museo della Civiltà Contadina e Artigiana_Andretta

Museo della Civiltà Contadina e Artigiana_Andretta

The Museum of Rural and Artisan Civilization – Andretta

Andretta
Avellino
Indirizzo: Via Libertà, 45
Cap: 83040
Comune: Andretta
Provincia: Avellino
Telefono: 0827 32009
Fax: 0827 32579
e-mail: comuneandretta@tiscali.it

Sito web: http://www.comunediandretta.it
Social network: ----
Tipo proprietà: Comune
Denominazione proprietà: Comune di Andretta
Riconoscimento Regionale:
Rete o sistema museale: no

Ente competente: Soprintendenza per i beni storici artistici ed etnoantropologici per le province di Salerno e Avellino

Servizi

  • informazioni e prenotazioni
  • servizi educativi
  • visite guidate su richiesta
  • bookshop
  • parcheggio
  • parcheggio disabili
Situato nella Valle dell’Ofanto, il paese di Andretta è arroccato intorno all’antico castrum, probabilmente di origini normanne. Il territorio presenta tracce di presenze umane risalenti all’età del Bronzo e testimonianze di insediamenti sannitici (IV secolo a.C.) e romani. Andretta, citata per la prima volta in un documento del 1124, fu proprietà dei signori normanni di Folleville; in seguito, appartenne agli Zurlo, ai Caracciolo e, infine, alla famiglia Imperiale. Di antica matrice contadina, la località si è sviluppata anche sotto il profilo industriale, da qualche decennio a questa parte, per iniziativa di giovani imprenditori locali.
Located in the Valley of Ofanto, the village of Andretta is built around the ancient Castrum (fortification), probably of Norman origin. The area shows evidence of settlements dating back to the Bronze Age as well as the Samnite (IV century BC) and Roman Ages. Andretta, mentioned for the first time in a document dated 1124, was owned by the Norman lords of Folleville, later belonged to the Zurlo family, then the Caracciolo family and finally, to the Imperial family. Although the village is of peasant origin, it has also developed in the industrial field in the last ten years thanks to the initiative of young local business men.

Apertura

Giorni di apertura: Lunedì,Martedì,Mercoledì,Giovedì,Venerdì,Sabato,Altro
Orario di apertura: lunedì: dalle ore 9.00 alle ore 13.00;
martedì: dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 16.00 alle ore 18.00;
mercoledì: dalle ore 9.00 alle ore 13.00;
giovedì: dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 16.00 alle ore 18.00;
venerdì: dalle ore 9.00 alle ore 13.00; sabato: dalle ore 9.00 alle ore 13.00; domenica: su prenotazione

Ingresso: Gratuito

Collezioni

  • Denominazione: Percorso espositivo
    Descrizione: La prima sala del Museo conserva reperti archeologici ritrovati nel territorio andrettese. In quelle successive sono ricostruiti gli ambienti domestici e lavorativi caratteristici del luogo. Lo Spazio del contadino espone un aratro in legno e ferro, un frangizolle, erpici di diversi tipi usati per sminuzzare le zolle, vomeri, lame di aratro in ferro, picconi, tridenti e un tagliafieno. Nella medesima sala sono esposti una serie di bilancini, contenitori e utensili usati per la produzione del vino: tinelli, imbuti, barili e fiaschi. La sezione Vita quotidiana conserva attrezzi per l’uccisione del maiale: legacci, divaricatore, mannaia, accoratoio, coltelli, imbuti e macchinetta per la produzione dei salumi. Si passa, poi, all’Angolo del maniscalco, dove è possibile vedere uno scanno e i vari ferri usati per ferrare cavalli, asini e buoi. L’Angolo del falegname conserva un tornio, seghe di diverso tipo (saracco, gattuccio), pialle, morsetti, squadra, trapani, martelli, tenaglie e cesoie. L’Angolo del calzolaio presenta un deschetto sul quale sono collocati numerosi modelli di calzature e attrezzi vari: punteruoli, marcapunti e pinze. Infine, nella zona riservata alla maglieria, troviamo un arcolaio in legno, fusi, una macchina per cucire e pesi per la maglieria.

Come arrivare

In Auto: Chi viaggia in auto può servirsi dell’autostrada Na-Ba (A-16): uscire ad Avellino est, quindi prendere la SS 7.
In Treno: ----
In Autobus: Chi viaggia in autobus può servirsi delle autolinee Di Maio in partenza da Napoli, piazza Garibaldi (linea Napoli-Calitri, fermata Andretta).
In Aereo: Il paese dista dall’aeroporto di Napoli-Capodichino 115,9 km.

Nei dintorni: Castello; Chiesa S. Maria Assunta; Chiesa Annunziata; Chiesa Carmine; Chiesa Incoronatella; Santuario; Palazzo Di Guglielmo; Obelisco Croci; Fontane; Monumento Caduti; Monte Airola.

Note: Corteo Storico Botteghe artigiane, degustazione di cibi della tradizione locale, 180 figuranti in costumi d’epoca per il corteo storico che attraverserà le vie di Andretta.