Home > I Musei > Museo Civico di Summonte - Complesso Castellare

Museo Civico di Summonte - Complesso Castellare

Civic Museum of Summonte - Castle Complex

Summonte
Avellino
Indirizzo: Via Castello snc
Cap: 83010
Comune: Summonte
Provincia: Avellino
Telefono: 0825 691191 - 0825 691126
Fax: 0825 691828 0825 691613
e-mail: segreteria@comune.summonte.av.it

Sito web: http://www.comune.summonte.av.it
Social network: http://www.facebook.com/complesso.summonte
Tipo proprietà: Comune
Denominazione proprietà: Museo Civico di Summonte - Complesso castellare
Riconoscimento Regionale:
Rete o sistema museale: no

Ente competente: Soprintendenza per i beni archeologici di Salerno Avellino Benevento e Caserta

Tipologia

composito

Servizi

  • informazioni e prenotazioni
  • servizi educativi
  • visite guidate su richiesta
  • bookshop
  • parcheggio
  • parcheggio disabili
Il Museo, istituito nel 2008, sorge all’interno del Complesso Castellare, che domina il centro urbano di Summonte. Risale ad epoca medievale, quando l’area collinare fu occupata da un doppio recinto difensivo che inglobava quel castrum del quale oggi rimane la torre cilindrica, di epoca angioina. Tutta l’area castellare è stata oggetto di riqualificazioni che hanno consentito di ricostituire parte dell’antica cinta muraria normanno-sveva e l’antica torre di avvistamento, dalla quale si può godere di un’ampia vista panoramica, in uno dei luoghi più suggestivi del Parco del Partenio. La fortificazione è citata per la prima volta da fonti documentarie nel 1094. Il recente restauro ne ha interamente recuperato la struttura muraria, studiando tutti i particolari costruttivi e riproponendo materiali e tecniche costruttive preesistenti. La struttura è costituita da cinque livelli: la cisterna utilizzata per la raccolta dell’acqua piovana; il piano soprastante, ad essa collegato mediante un pozzo, destinato alla conservazione delle provviste; il piano secondo che presenta come finestra una sorta di monofora, ossia una sola apertura sormontata da arco policentrico; il piano terzo, con sei monofore ed infine la terrazza di coronamento con panorama mozzafiato.
The museum, established in 2008, is located within the castle complex, which dominates the city center of Summonte. It dates back to medieval times, when the area was occupied by a double-hill defensive enclosure, which embraced the Castrum of which today remains the cylindrical tower of the Angevin period. It dates back to medieval times, when the area was occupied by a double-hill defensive enclosure, which embraced the Castrum of which today remains the cylindrical tower of the Angevin period. The whole area has undergone redevelopment castle that allowed to reconstruct the ancient city walls and the old Norman-Swabian tower, where you can enjoy a panoramic view in one of the most charming Parco del Partenio. The fort is mentioned for the first time in documentary sources in 1094. The structure consists of five levels: the tank used for collecting rain water, the floor above, connected to it via a well, intended for storing provisions, and the second floor window that looks like a sort of hole, ie a polycentric arch topped by only one opening, the third floor, with six single-light and finally the crowning terrace with breathtaking views.

Apertura

Giorni di apertura: Martedì,Mercoledì,Giovedì,Venerdì,Sabato,Domenica
Giorni di apertura (Altro): Per visite di gruppi o scolaresche è gradita la prenotazione in orari e giorni diversi da quelli di apertura
Giorni di apertura (Altro - Inglese): Tuesday, Wednesday, Thursday, Friday, Saturday, Sunday
Orario di apertura: _
da aprile a giugno
11/13 – 16/19
luglio e agosto 10.30/13 - 17.30/20
da settembre a ottobre
11/13 – 16/19

Orario di apertura (Inglese): from April to June 11/13 - 16/19 July and August 30/10/13 - 17.30/20 from September to October 11/13 - 16/19
Ingresso: Gratuito
Ingresso (Altro): Per laboratori didattici e visite animate è prevista una quota di adesione a copertura dei costi di gestione

Collezioni

  • Denominazione: “Submontis medievalia”
    Descrizione: Nelle sale del corpo di guardia è allestita la collezione permanente “Submontis Medievalia”, costituita da una serie di riproduzioni di armamenti generalmente utilizzati dalle guarnigioni militari tra la fine del XV e l’inizio del XVI secolo. L’esposizione presenta una serie di arnesi legati ai momenti trascorsi dai soldati durante i turni di guardia, dal gioco della “tria” alle armi necessarie per la difesa del fortilizio, come coltelli da guerra e falcioni, alabarde, celate da fante, testiera da cavallo e spadoni. Interessante è la ricostruzione di un fante con un farsetto di panno e seta, un paio di calze brache di panno rosso, scarpe alte sino alla caviglia e nelle mani un pugnale ed un roncone.
  • Denominazione: “Sezione archeologica”
    Descrizione: All’interno della Torre Angioina è esposta la sezione relativa ad una parte dei reperti archeologici rinvenuti nel corso delle indagini archeologiche condotte presso l’area castellare dalla competente Soprintendenza tra il 1994 e il 2005. I materiali esposti testimoniano una frequentazione ininterrotta del sito dall’età medievale all’età moderna. Tra le ceramiche si trovano due interessanti esemplari di lucerne a vaschetta in invetriata verde risalenti al XIII-XIV secolo, accanto a ceramiche di impasto grezzo prevalentemente destinate alla cottura e alla preparazione dei cibi, tra cui una brocca con decorazione ad onda incisa sulla pancia e sul collo (XII secolo). La frequentazione del sito ancora in età moderna è testimoniata da un frammento di piatto in ceramica graffita, risalente al XVI secolo, e da alcune brocche in maiolica sia monocroma bianca sia policroma, del XVII secolo. Infine, sono esposti alcuni materiali rinvenuti presso una piccola chiesa dedicata a San Vito, di pertinenza del castello e di cui tuttavia oggi non vi sono più tracce. Tra i reperti vi sono alcune fibbie in ferro e in bronzo, un gancio e una serie vaghi in osso.

Come arrivare

In Auto: Da Napoli uscita Avellino Ovest
Seguire per Mercogliano - Abbazia di Montevergine, proseguire per Ospedaletto d’Alpinolo, e poi al bivio per Montevergine continuare a destra per Summonte.

Da Salerno Raccordo Avellino-Salerno
Seguire per Mercogliano - Abbazia di Montevergine, proseguire per Ospedaletto d’Alpinolo, e poi al bivio per Montevergine continuare a destra per Summonte. _

In Treno: Stazione Ferroviaria di Avellino
In Autobus: Da Napoli: Linea AIR Napoli-Avellino

Da Salerno: Linea SITA Salerno-Avellino

In Aereo: Aeroporto di Capodichino - Napoli

Nei dintorni: Centro Storico
Chiesa Madre di San Nicola di Bari
Campanile e Congrega
Arco di San Nicola
Percorso ambientale "Summonte - campo San Giovanni"
Centro equestre Castellone
Campus naturalistico
Rifugio Campo San Giovanni _Parco Regionale del Partenio

Note: Su prenotazione è possibile effettuare percorsi storico-culturali nel caratteristico borgo antico. Previsti inoltre percorsi tematici, laboratori di approfondimento, campi estivi ed eventi culturali legati alla conoscenza del castello e alla vita del borgo.