Home > I Musei > Orto Botanico Giardino della Minerva

Orto Botanico Giardino della Minerva

The Botanical Garden “Minerva Gardens”

Salerno
Salerno
Indirizzo: Via Ferrante Sanseverino, 1
Cap: 84121
Comune: Salerno
Provincia: Salerno
Telefono: 089 252423
Fax: ----
e-mail: info@giardinodellaminerva.it

Sito web: http://www.giardinodellaminerva.it
Social network: ----
Tipo proprietà: Comune
Denominazione proprietà: Comune di Salerno
Riconoscimento Regionale:
Rete o sistema museale:
Rete : Sistema della Fondazione scuola medica salernitana
Ente competente: Direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici della Campania

Tipologia

naturalistico

Servizi

  • informazioni e prenotazioni
  • servizi educativi
  • visite guidate su richiesta
  • bookshop
  • parcheggio
  • parcheggio disabili
Nel cuore di Salerno sorge un orto terrazzato e cinto ricco di storia: il Giardino della Minerva. Significativi sono una serie di elementi settecenteschi. Tra questi, una lunga scalea con pilastri che sorreggono una pergola. Un sistema diffuso di distribuzione dell’acqua denota la presenza di fonti cospicue che, opportunamente canalizzate, hanno permesso nei secoli la coltivazione. Il sito è inoltre dotato di un microclima molto favorevole. Proprietaria di questi luoghi fu, dal XII sec., la famiglia Silvatico, di cui un componente, Matteo, tra il XIII e il XIV sec., si distinse come insigne medico della Scuola Salernitana. Suo è l’Opus pandectarum medicinae, un libro sulle piante medicinali. In effetti è stata chiaramente dimostrata l’esistenza, nella Salerno medievale, di un giardino dei semplici, istituito agli inizi del 1300 dal medico Matteo Silvatico, al servizio dei maestri della Scuola Medica. In questo spazio, oggi identificabile nel Giardino della Minerva, erano coltivate numerose piante officinali; inoltre, qui erano svolte attività didattiche per mostrare agli allievi della Scuola Medica le piante con il loro nome e le loro caratteristiche (ostensio simplicium).
Per tale motivo il Giardino è oggi ritenuto l’antesignano degli Orti botanici moderni. _
Risen in the heart of Salerno stands a terraced garden, surrounded by rich history: The Garden of Minerva. Significant are a series of eighteenth century elements. Among these, a long staircase with columns supporting a pergola. A widespread system of water distribution indicates the presence of substantial sources that, properly channelled through the centuries, have allowed cultivation. The site also has a very favourable microclimate. The owner from the twelfth century was the Silvatico family, of which Matthew, between the thirteenth and fourteenth centuries, characterised himself as a distinguished physician of the school of Salerno. His book titled The Pandectarummedicinae Opus, is a book on medicinal plants. In fact, it clearly demonstrated the existence in medieval Salerno, a simple garden, established in early 1300 by the doctor Matteo Silvatico for the service of the masters of the Medical School. In this space, now identified as the Garden of Minerva, many medicinal plants were cultivated, and in addition, there were educational activities to demonstrate to students of the Medical School, the names and characteristics of the plants (ostensiosimplicium). For this reason, the garden is now considered the forerunner of modern botanical gardens.

Apertura

Giorni di apertura: Martedì,Mercoledì,Giovedì,Venerdì,Sabato,Domenica
Orario di apertura: Orario invernale (dal 1 ottobre al 30 aprile): dalle ore 9,00 alle ore 13,00 (più altri trenta minuti dopo la chiusura del portone);

Orario estivo (dal 1 maggio al 30 settembre): dalle ore 10,00 alle ore 13,00 (più altri trenta minuti dopo la chiusura del portone) e dalle ore 17,00 alle ore 20,00 (più altri trenta minuti dopo la chiusura del portone). _

Ingresso: A pagamento

Collezioni

  • Denominazione: Orto botanico
    Descrizione: Giardino della Minerva costituisce uno dei pochi luoghi storicamente certi legati alla Scuola Medica Salernitana, prima Università di medicina del mondo occidentale. In questa sede il medico MATTEO SILVATICO, tra il XIII ed il XIV secolo, coltivava piante provenienti da ogni angolo del mondo allora conosciuto. Questo sito museale, di significativa importanza nella storia campana e non solo, è stato dotato di pannelli esplicativi ad uso dei visitatori, che ne illustrano la vita, i legami con la Scuola Medica Salernitana, le teorie mediche e i sistemi di canalizzazione delle acque ora ripristinati. Uno degli elementi innovativi nell'ambito del più complessivo intervento di valorizzazione del Giardino è l'area didattica dedicata ai bambini, ideata dalla disegnatrice Simona Bassano di Tufillo e dall'archeologa Paola Valitutti, curatrice dei testi.

Come arrivare

In Auto: ----
In Treno: ----
In Autobus: ----
In Aereo: ----

Nei dintorni: Castello medievale di Salerno sul colle Bonadies;
Cattedrale di Salerno dedicata a San Matteo;
Villa Comunale.

Note: ----