Home > I Musei > Museo Diocesano "S. Matteo"

Museo Diocesano "S. Matteo"

The Diocesan Museum "S. Matteo"

SALERNO
Salerno
Indirizzo: Largo Plebiscito, 12
Cap: 84121
Comune: SALERNO
Provincia: Salerno
Telefono: 089 239126
Fax: ----
e-mail: censimento@museincampania.it

Sito web: Sito ufficiale dell’Arcidiocesi di Salerno-Campagna-Acerno: www.diocesisalerno.it ; Sito della Soprintendenza BSAE di Salerno e Avellino: www.artisalerno.it
Social network: ----
Tipo proprietà: Ente ecclesiastico o religioso
Denominazione proprietà: Curia Arcivescovile di Salerno-Acerno-Campagna
Riconoscimento Regionale:
Rete o sistema museale:
Rete : AMEI
Ente competente: Soprintendenza per i beni storici artistici ed etnoantropologici per le province di Salerno e Avellino

Tipologia

artistico

Servizi

  • informazioni e prenotazioni
  • servizi educativi
  • visite guidate su richiesta
  • bookshop
  • parcheggio
  • parcheggio disabili
Fondato nel 1935 da Mons. Arturo Capone, il Museo Diocesano “S. Matteo” dal 1990, con l’Archivio e la Biblioteca della Diocesi, ha sede nell’ex Seminario arcivescovile di Largo Plebiscito, a ridosso della Cattedrale.A piano terra, sono collocati i depositi, i laboratori di restauro della Soprintendenza e la Direzione, mentre le sale espositive si aprono al primo piano. Istituito dall’Arc. Gaspare Cervantes all’indomani del Concilio di Trento, l’edificio è stato ampliato e ristrutturato fino al 1832 quando, con la sopraelevazione del secondo piano e il rifacimento della facciata, l’edificio ha assunto l’attuale fisionomia rigorosamente neoclassica. Il Palazzo del Seminario ha funzionato come tale fino al 1980 e, a seguito del terremoto, l’Istituto fu trasferito in periferia. Il complesso fu individuato quale sede naturale per il Museo, l’Archivio e per la Biblioteca diocesani e fu interessato da importanti lavori di restauro curati dalla allora Soprintendenza per i B.A.A.A.S. Di Salerno e Avellino. Il nuovo Museo fu inaugurato nel 1990, quando vi si trasferì, dagli angusti locali posti a ridosso della Cattedrale, la preziosa collezione, a buon diritto considerata, una organica rassegna della produzione artistica dell’Italia meridionale dal medioevo al XVIII secolo. _ _
Founded in 1935, by Bishop Arturo Capone, the Diocesan Museum "S. Matthew" with the Archives and the Library of the Diocese, from 1990 is located in the former Archbishop’s Seminary of Largo Plebiscito behind the Cathedral. On the ground floor the deposits and the restoration workshops of the Superintendent and the Board are located, while the exhibition halls are on the first floor. Established from the Arc. Gaspar Cervantes aftermath of the Council of Trent, the building was renovated and expanded until 1832 when, with the raising of the second floor and the renovation of the facade, the building took on its current strictly neoclassical appearance. The Palace of the Seminary has worked as such until 1980, when after the earthquake, the Institute was moved to the suburbs. The complex was identified as the natural home for the Museum, the Diocesan Archives, and the Library. It was affected by major restoration work handled by the then Superintendent for BAAAS Salerno and Avellino. The new museum was inaugurated in 1990, when it was moved there from the narrow local places near the Cathedral. The valuable collection is rightly considered, as an organised overview of artistic production in southern Italy from the Middle Ages to the eighteenth century.

Apertura

Giorni di apertura: Lunedì,Mercoledì,Giovedì,Venerdì,Sabato,Domenica
Giorni di apertura (Altro): Chiusura il Martedì
Orario di apertura: Orario invernale: 8.30 - 19.30, orario estivo 9.30 - 20.30.
Ingresso: Gratuito

Collezioni

  • Denominazione: collezione del museo
    Descrizione: Nel Museo sono conservate testimonianze medievali di grande rilievo come le 69 formelle in avorio con scene del Vecchio e del Nuovo Testamento ed il prezioso Exultet, rotolo in pergamena contenenti l'annuncio della salvezza , che veniva srotolato durante la liturgia della veglia pasquale per annunciare, attraverso le immagini al popolo, per lo più analfabeta, la Risurrezione. La pinacoteca è ricca di testimonianze che coprono l'intero arco della storia, dal Medioevo al XVIII secolo, con punte di eccellenza quali la Crocifissione di Roberto De Oderisio del XIV secolo o la Pietà e la Madonna e Santi di Andrea da Salerno, il principale pittore rinascimentale dell'Italia meridionale. Il Museo vanta anche un interessante lapidarium, con reperti databili tra il I secolo a.C. e il XVII d. C. , una collezione di monete della Magna Grecia, della Repubblica di Roma, dell'Impero Romano e della Zecca di Salerno Una piccola sezione è stata realizzata grazie al lascito testamentario fatto al Museo da Mons. Arturo Carucci, che per più di sessant’anni ne fu l'indimenticato Direttore.

Come arrivare

In Auto: Da Napoli: uscire a SALERNO CENTRO della A2 e dal raccordo imboccare via Risorgimento, percorrere le vie Lorenzo Cavaliero, Pio XI, Carmine, dei Principati ed il viale Ruggero Moscati fino alla rotatoria finale; scendere per via S. Eremita a Piazza Sedile di Porta Rotese e svoltare a destra per trovarsi in Largo Plebiscito. _
In Treno: Da Napoli-Piazza Garibaldi: scendere alla fermata SALERNO DUOMO-VIA VERNIERI, percorrere l’ultimo tratto di via Michele Vernieri e, costeggiando Piazza Sedile di Porta Rotese, si giunge a Largo Plebiscito.
Dalla Stazione centrale di Salerno: con la metropolitana verso Napoli, scendere alla fermata SALERNO DUOMO-VIA VERNIERI e proseguire come sopra. _

In Autobus: Da Napoli: con le autolinee regionali della SITA dirette a Salerno, scendere a Piazza S. Francesco.
Proseguendo a piedi, a metà percorso di via dei Principati imboccare il viale Ruggero Moscati a destra, fino alle scale di via Michele Vernieri verso il Duomo. Dopo Piazza Sedile di Porta Rotese si è in Largo Plebiscito. _

In Aereo: ----

Nei dintorni: Duomo, chiese del Monte dei Morti, di S. Maria della Porta e S. Domenico, S. Giorgio, S. Michele, S. Benedetto, Museo Archeologico Provinciale, Complesso di S. Pietro a Corte.

Note: ----